Seguici sui social

Tecnologia

Gli ingegneri che utilizzano il periodo di blocco per essere pronti per il futuro, afferma il sondaggio.

Pubblicato

on

ingegneri

La maggior parte dei laureati in ingegneria intervistati ha sfruttato il tempo extra a casa a causa del blocco correlato al coronavirus nei programmi di miglioramento delle competenze online che consoliderebbero il loro curriculum, secondo un sondaggio.

Sebbene il blocco avesse interrotto le operazioni in loco per la maggior parte delle organizzazioni di apprendimento, ha aperto nuove strade per quelle digitali con il 94% che ha affermato di aver considerato l'apprendimento di una nuova abilità durante questo periodo per sfruttare il tempo extra a casa che consoliderà il loro curriculum per navigare attraverso il nuovo normale, secondo il laboratorio di incubazione guidato da IP, BridgeLabz, sondaggio.

Il sondaggio si basa su interviste online di oltre 1,100 laureati in ingegneria durante il 10-14 agosto in tutto il paese.

BridgeLabz è stato istituito per colmare il divario di competenze tra il pool di talenti esistente di ingegneri rendendoli pronti per il lavoro attraverso l'apprendimento esperienziale e il tutoraggio mirato.

La digitalizzazione è emersa come la quarta rivoluzione industriale che consente l'apprendimento continuo e il lavoro a distanza ed è sul punto di ridefinire il ruolo del miglioramento delle competenze in aspiranti a prova di futuro contro le flessioni del mercato.

La maggior parte degli studenti si schiera con il mezzo online per la sua capacità di fornire risposte rapide e comodità di accesso quando si tratta di modalità di apprendimento preferenziali, ha rivelato il sondaggio.

Circa il 42% delle matricole ritiene che le sessioni dal vivo con i mentori siano le migliori per la risoluzione delle query in loco, mentre il 21% ritiene che la formazione offline in aula sia un'opzione di apprendimento praticabile.

Il sondaggio ha rivelato che la tendenza può essere accreditata al modello di apprendimento esperienziale e ai programmi di miglioramento delle competenze che consentono agli studenti di cercare aiuto dal vivo da esperti del settore mentre affinare le proprie competenze sfruttando piattaforme online.

Circa il 37% preferisce le lezioni registrate per la loro facilità di accessibilità da qualsiasi luogo e in qualsiasi momento, mentre la modalità offline ha meno partecipanti poiché solo il 21% sceglie un modello di apprendimento offline basato sulla classe, ha aggiunto.

La rivoluzione digitale non sta solo influenzando le preferenze di apprendimento, ma anche il panorama lavorativo, secondo il sondaggio.

Un enorme 72% degli utenti desidera lavorare da remoto rispetto al 28% che desidera lavorare dall'ufficio, ha rilevato.

Inoltre, i laureati in ingegneria cercano maggiore stabilità con i loro profili professionali a causa dell'attuale volatilità del mercato del lavoro, ha rivelato l'indagine.

Alla domanda sul tipo di ruolo lavorativo, il 90% degli intervistati ha affermato di preferire un lavoro regolare a tempo pieno.

I lavori part-time non sono più apprezzati dai programmatori, con solo il 10% dei programmatori che afferma che potrebbe optare per un lavoro freelance in mezzo all'attuale scenario.

“È bello vedere che i programmatori stanno utilizzando il loro tempo a casa per sviluppare nuove competenze. Questo alla fine li aiuterà a distinguersi dal resto della folla che non possiede il talento fondamentale per la nuova normalità. È anche interessante vedere che sono più concentrati sull'ottenere un lavoro permanente per rafforzare la loro posizione in futuro. Il loro approccio sta diventando sempre più futuristico e pone l'onere di piattaforme di miglioramento delle competenze per provvedere allo stesso, ha aggiunto Narayan Mahadevan, fondatore di BridgeLabz.

pubblicità
Clicca per commentare

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trending