Seguici sui social

Mondo

Trump ha ritwittato l'audio della chiamata tra Biden e l'Ucraina

Pubblicato

on

Trump ha ritwittato

Il presidente Donald Trump ha ritwittato una registrazione audio che i funzionari dell'intelligence statunitense hanno descritto come parte di una campagna russa per denigrare il candidato presidenziale democratico Joe Biden.

La conversazione trapelata, presumibilmente tra Biden e l'ex presidente ucraino Petro Poroshenko, risale al 18 febbraio 2016. L'estratto che Trump ha ritwittato è incentrato sulla cacciata del procuratore capo dell'Ucraina, che aveva precedentemente indagato sul proprietario di una compagnia energetica ucraina dove Biden figlio, Hunter, una volta aveva un posto a bordo.

Amplificando la registrazione ai suoi oltre 85 milioni di follower su Twitter, Trump ha sottolineato la facilità con cui le narrazioni filo-russe possono penetrare nel discorso pubblico americano prima delle elezioni del 2020 anche dopo essere state segnalate dai funzionari dell'intelligence come il prodotto di uno sforzo russo concertato.

La Russia ha anche pubblicato disinformazione con il pretesto di notizie legittime, dicono i funzionari degli Stati Uniti, riflettendo una sorta di cambiamento nelle tattiche dal 2016, quando la Russia si è affidata a una campagna sui social media per seminare discordia e ha orchestrato il rilascio di e-mail democratiche rubate per aumentare la candidatura di Trump. .

La Casa Bianca non ha immediatamente restituito un messaggio in cerca di commenti lunedì. Ma la campagna di Biden ha accusato Trump di aver attaccato abitualmente la sovranità delle elezioni americane ”, anche tentando di costringere la sua controparte ucraina a diffondere bugie definitivamente smentite.

Questo è un riferimento a una telefonata del luglio 2019 in cui Trump ha incoraggiato la sua controparte ucraina, Volodymyr Zelenskiy, a indagare su accuse di corruzione non comprovate contro Biden e suo figlio. L'appello è stato al centro del processo di impeachment contro Trump che si è concluso con la sua assoluzione da parte del Senato a febbraio.

Donald Trump è il presidente più ostile alla democrazia americana nella nostra storia, ha affermato nella dichiarazione il portavoce della campagna di Biden Andrew Bates.

Andrii Derkach, un membro del parlamento ucraino e laureato nel 1993 presso un'accademia di spionaggio russa che da tempo ha trasmesso accuse di corruzione contro Biden e suo figlio, ha rilasciato quest'anno quelle che, secondo lui, sono registrazioni di conversazioni tra Poroshenko e Biden quando Biden era vicepresidente durante il Amministrazione Obama.

Questo sforzo è stato segnalato in una valutazione dell'intelligence statunitense all'inizio di questo mese che metteva in guardia dall'interferenza russa nelle prossime elezioni, e in particolare dagli sforzi per denigrare Biden.

Ad esempio, il parlamentare ucraino filo-russo Andriy Derkach sta diffondendo accuse sulla corruzione, anche pubblicizzando telefonate trapelate per minare la candidatura dell'ex vicepresidente Biden e il Partito Democratico, ha affermato la dichiarazione di William Evanina, capo funzionario del controspionaggio del governo degli Stati Uniti.

Nella conversazione ritwittata domenica sera da Trump, si può sentire Poroshenko dire a Biden di aver accettato le dimissioni del procuratore Viktor Shokin nonostante non avessimo accuse di corruzione, non abbiamo alcuna informazione su di lui che ha fatto qualcosa sbagliato.

L'utente di Twitter che Trump ha ritwittato ha postato che la conversazione trapelata ha rivelato che Shokin non era corrotto e che non c'erano informazioni che suggerissero che avesse fatto qualcosa di sbagliato o che avesse perso il sostegno di figure potenti in Ucraina.

Una narrativa anti-Biden spinta da Trump e dai suoi sostenitori afferma che Biden, in qualità di vice presidente, ha fatto pressioni sul governo ucraino per licenziare Shokin perché Shokin aveva condotto un'indagine su Burisma, dove Hunter Biden aveva un posto a pagamento.

Ma la posizione di Biden su Shokin, che è stato visto dai critici come debole nei confronti della corruzione, rifletteva la posizione più ampia del governo degli Stati Uniti ed è stata sostenuta anche da altri governi occidentali e da molti in Ucraina. Non ci sono prove di illeciti da parte dei Biden, e Hunter Biden ha negato di aver usato la sua influenza con suo padre per aiutare Burisma.

Un riassunto della conversazione della Casa Bianca disponibile online mostra che Biden e Poroshenko hanno parlato il 18 febbraio 2016. Ma Poroshenko ha generalmente respinto i nastri divulgati da Derkach come una fabbricazione da parte delle forze filo-russe in Ucraina.

Ciao, sono Suneet Kaur. Lavoro come scrittore di contenuti web. Cerco di fornire contenuti degni di tempo a tutti i miei lettori.

pubblicità
Clicca per commentare

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trending